Sky

  • Parete monolitica Sky
  • Colori
  • Download

    Scheda Tecnica - Catalogo Riassuntivo

  • Descrizione tecnica

Pareti divisorie monolitiche con spessore totale di mm. 101, composte da due correnti in acciaio 8/10 preverniciato fissati a terra e soffitto tramite dei tasselli ad espansione oppure con biadesivo nel caso in cui il pavimento non potesse essere forato.


PATINATI

LEGNI

FRESATURE

PIETRE

VETRI



Internamente ai binari alloggia un traverso in alluminio che prosegue anche sulle pareti verticali formando un riquadro al quale vengono agganciate, tramite delle “clip” a scatto, le cornici in alluminio di sezione arrotondata delle porte ed dei fermavetro, munite di guarnizione in PVC morbido in colore grigio o nero.
La parete è costituita essenzialmente da moduli vetrati composti da vetri stratificati di spessore mm. 5+5 con PVB interno da mm. 0,38 di cui all’occorrenza, in base alle esigenze del cliente, si possono aumentarne gli spessori. La connessione verticale tra i vetri, per non intaccare la continuità della superficie vetrata, avviene tramite degli appositi profili in policarbonato trasparente a cui è applicato un nastro biadesivo per una perfetta unione dei pannelli vetrati. Le connessione ad angolo a 90° e a tre vie vengono analogamente risolte con l’utilizzo di profili in policarbonato trasparente oppure con profili estrusi in alluminio.
La parete Sky permette di compensare eventuali dislivelli del pavimento o del soffitto nell’ordine di ± mm. 10.
Il modulo porta a battente è composto da un telaio di battuta interno regolabile munito di guarnizione morbida perimetrale a palloncino in PVC di colore grigio o nero e da una coppia di cornici in alluminio di copertura a sezione arrotondata che vengono fissate alla struttura tramite “clip” a scatto.
I moduli porta sono forniti di serie con maniglia a leva munita di serratura e cerniere regolabili in alluminio con apertura a 175°. In alternativa per avere la massima continuità nella parete vetrata sono disponibili particolari cerniere a “ragno” in acciaio satinato, fissate direttamente sul vetro, che eliminano i montanti porta.
L’anta cieca è realizzata con pannello in tamburato a nido d’ape placcato con laminato plastico, spessore totale di mm. 41 nelle medesime finiture delle pannellature cieche.
L’anta vetro è realizzata con una lastra di cristallo temperato a filo lucido nello spessore di mm. 10 in finitura trasparente, acidata o serigrafata con l’applicazione di pellicole adesive per ottenere una particolare riservatezza che non esclude la possibilità di intravedere la parte opposta.
L’anta vetro intelaiata è realizzata con una cornice perimetrale di alluminio dello spessore di mm. 100 oppure di mm. 15, il vetro installato può essere temperato da mm. 6 o stratificato da mm. 3+3, nelle finiture sopra descritte.
L’anta cieca con visiva è realizzata con pannello in tamburato a nido d’ape placcato con laminato plastico, spessore totale di mm. 41, nelle medesime finiture delle pannellature cieche, con un’asolatura che permette l’installazione di un vetro stratificato da mm. 3+3, nelle finiture sopra descritte o doppio vetro temperato di mm. 4 che permette l’inserimento all’interno della veneziana, con orientamento orizzontale comandata da un pomello esterno, in entrambe le soluzioni i vetri sono fissati all’anta con cornici in alluminio munite di guarnizione in PVC morbido di colore grigio o nero.
Il modulo porta scorrevole con lastra di cristallo temperato a filo lucido nello spessore di mm. 10, scivola su una guida in alluminio su carrelli con ruote in nylon e cuscinetti a sfera opportunamente nascosti all’interno del profilo superiore e inferiore. L’apertura della porta è garantita dalla presenza di un maniglione verticale in acciaio satinato con serratura a pavimento o da una maniglietta verticale senza serratura sempre in acciaio satinato di sezione e altezza ridotte rispetto alla prima.
Tutti i profili a vista che sono forniti di serie in alluminio anodizzato argento, possono essere verniciati nelle varie finiture RAL a richiesta dell’utenza finale.



Pareti divisorie ufficio

Linee